MotoGP: la situazione di Honda secondo Marc Marquez

Abitando a pochi passi da Barcellona, il Cabroncito è arrivato nel circuito di Montemelò invitato da Honda per poter assaggiare nuovamente la vita del paddock. La Honda senza il suo pupillo soffre come non succedeva da parecchio tempo. Ricordiamo come Marc dal 2013 ha collezionato ben sei titoli MotoGP avendo carta bianca sull’evoluzione della RC213V. Il 93 ha ammesso la sofferenza attuale del team in sua assenza:

Il team Repsol Honda si trova in una situazione difficile, Ovviamente ho la sensazione di essere importante lì. Posso ottenere molti buoni risultati“.

Il miglior risultato di quest’anno è il settimo posto a Misano proprio del fratello Alex. Come ben sappiamo gli infortuni in casa Honda non aiutano la situazione; Crutchlow e Bradl si stanno riprendendo graduatamente dopo i loro infortuni e Alex e Nakagami hanno sulle spalle tutto il peso del team. Parlando anche del fratello Alex, ammette come RC213V non è una moto facile per un debuttante, la fulminea esperienza di Jorge Lorenzo con la Honda la dice lunga, in più in questo motomondiale il calendario non è d’aiuto:

È strano perché di solito torni a casa dopo una gara e poi capisci come puoi migliorare. Adesso succede tutto così in fretta – troppo veloce per un debuttante. Non ci sono nemmeno i test. C’era solo questo giorno a Misano. Di solito abbiamo quattro o cinque giorni di test, il che è di grande aiuto”.

L’attuale situazione sicuramente sancisce la lotta al mondiale per il team fissata al 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *