Tabellone Roland Garros: è dura per Thiem, sfortunato Sinner

Tabellone Roland Garros: è dura per Thiem, sfortunato Sinner

Mancano pochi giorni all’inizio del terzo ed ultimo Slam di questa travagliata stagione tennistica. Una stagione orfana del proprio torneo più elegante, quello di Wimbledon, ma che sta comunque dando agli appassionati un motivo per rimanere attaccati alla TV. Il torneo di Roma ha riportato allo stadio le persone e ha riacceso l’amore per questo sport: il Roland Garros si augura di poter seguire la scia positiva lasciata dalla capitale.

Roland Garros, percorso duro per Thiem

Lo Slam parigino ha già emesso una sentenza, quella dettata dalle urne. I sorteggi hanno graziato il favorito principale, Rafael Nadal, e il suo maggior avversario, Novak Djokovic. Per i primi due del mondo non dovrebbe esserci nessun problema fino ai quarti di finale. Ipoteticamente, per il serbo dovrebbe esserci Khachanov agli ottavi, mentre per lo spagnolo potrebbe essere la volta di Fabio Fognini. L’ex n. 1 italiano è sempre una mina vagante quando si trova ad affrontare i big, ma la sua condizione fisica (rientrante da un infortunio) con tutta probabilità glielo impedirà in questa occasione.

Dominic Thiem, Roland Garros

Si prospetta invece tortuoso il percorso del terzo candidato alla vittoria finale, Dominic Thiem. Per l’austriaco subito un primo turno di fuoco, che lo vedrà opposto a Marin Cilic. Sfidando probabilmente Opelka e Ruud, dovrebbe ritrovarsi contro Wawrinka agli ottavi. Di seguito, ipotetico quarto con Schwartzman e semifinale proprio contro Nadal. Anche nel caso in cui riescisse ad accedere alle semifinali, potrebbe non arrivare al 100% per via delle fatiche corse durante tutta la durata del torneo.

E se per Thiem non sarà un percorso facile, rischia di uscire al primo turno Jannik Sinner. L’altoatesino, reduce dalla delusione dell’eliminazione a Roma contro Dimitrov, va al Roland Garros con la convinzione di poter fare bene. Già al primo turno, però, sarà impegnato contro l’ex top 10 David Goffin. Il belga rimane comunque un avversario battibile, ma certo è che il 19enne italiano dovrà mettercela tutta. Sfortunato anche un altro italiano, Mager, che dovrà vedersela con Lajovic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *