Adebayo si prende la colpa: “La sconfitta è responsabilità mia, zero energie in difesa”

Nella notte Miami aveva la possibilità di chiudere la serie contro Boston e riportarsi alle Finals dopo sei anni, ma non l’ha sfruttata. La truppa di Spoelstra è stata rimontata nel secondo tempo, dopo un vantaggio di dodici punti. Jayson Tatum è stato decisivo e determinante, con una prestazione da 31 punti e 10 rimbalzi. Gli Heat pagano delle percentuali da tre punti mai così basse nella storia(7/36), ed una scarsa energia difensiva che permette ai Celtics di prendere il vantaggio negli ultimi 24 minuti.

A fine partita gli uomini della Florida si sono dichiarati delusi dalla prestazione, a partire dalla giovane stella Bam Adebayo.

MAI ABBASSARE LA GUARDIA

Quando si parla di playoffs non si può mai pensare di aver vinto prima della sirena finale, altrimenti c’è il serio rischio di incappare in rimonte inattese e pesanti. Miami fino ad ora aveva fatto penare i suoi avversari per questo motivo, riuscendo in grandi comeback contro Milwaukee e la stessa Boston. Ieri però le cose non sono andate per il verso giusto, con la difesa dei Celtics salita in cattedra nella seconda metà di gara.

Il primo a fare mea culpa è stato uno dei leader dei rossoneri, Bam Adebayo.

“La sconfitta è principalmente colpa mia, zero energia in difesa e sotto i tabelloni. Sono molto arrabbiato, ho fatto una partita orribile. Ora dobbiamo essere bravi a non sprecare questa occasione”

Parole forti, sicuramente da giocatore maturo, nonostante i suoi 22 anni. Gli Heat vogliono puntare completamente su di lui per il futuro della franchigia, e di certo la tempra mentale è quella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *