Zak Brown rivela il dietro le quinte della trattativa Sainz-Ricciardo

Il 2021 sarà un’annata molto interessante per quanto riguarda le line up delle varie squadre. In particolare, tra i team che hanno già confermato la loro coppia di piloti, la più sorprendente è stato l’arrivo di Carlos Sainz in Ferrari e quello di Daniel Ricciardo in McLaren. A questo proposito Zak Brown, CEO della scuderia inglese, ha rivelato alcune indiscrezioni sulla trattativa.

«Potevamo tenerlo (Sainz), avevamo un accordo per cui avremmo potuto bloccarlo. Avevamo un’opzione». Ma il fatto di non ricorrere a questa possibilità è legato a una trattativa che aveva iniziato il team di Woking due anni prima. Già nel 2019 la McLaren aveva provato ad ingaggiare Ricciardo che però aveva preferito passare in Renault, dopo essere stato scaricato dalla Red Bull. «Avevamo già provato a prendere Daniel Ricciardo, la prima volta ė stato un paio di anni fa, quindi è sempre stato in cima alla nostra lista. Quando Andreas Seidl è arrivato da noi, ci siamo tenuti in contatto con Daniel». Quindi l’offerta della Ferrari per Sainz ha dato l’opportunità alla McLaren di ripuntare sull’australiano.

«Il dialogo con Ricciardo è iniziato in questo modo e abbiamo avuto l’impressione che non fosse contento di dove si trovava. In qualche modo le stelle si sono allineate perché noi volevamo puntare su Daniel e Carlos voleva sondare la Ferrari. Avremmo potuto dire di no, ma avevamo un interesse per Daniel e abbiamo pensato: “Se noi possiamo prendere Daniel e Carlos finisce in Ferrari, è un ottimo affare per tutti”». La trattativa poi è andata a buon fine ed entrambi hanno deciso di cambiare casacca. Questa mossa ha poi innescato il ritorno di Fernando Alonso in Renault e l’approdo di Sebastian Vettel in Aston Martin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *